Amore e psiche



Amore e Psiche



SED NON SATIATA

Invia testo Invia
SED NON SATIATA 0
Bizzarra deitÓ, come le notti

oscura, dal profumo che Ŕ miscuglio

d`avana e muschio, opera di Obi,

il Faust della savana, ammaliatrice

color d`ebano, figlia delle nere

mezzenotti, antepongo ai vini rari,

all`oppio, l`elisir della tua bocca

ove l`amor si pavoneggia; quando

parte verso di te la carovana

dei desideri miei, i tuoi occhi sono

la cisterna ove bevono i miei affanni.

Attraverso quei due grandi occhi neri,

spiragli della tua anima, versa

meno fiamme su me, spietato demone!

Ahi, lo Stige non sono per poterti

nove volte abbracciare, ed io non posso,

Megera libertina, per fiaccarti

e metterti alle strette, una Proserpina

ridurmi nell`inferno del tuo letto!


C. Baudelaire

Invia questo testo Invia questo testo



Articoli correlati:
IL SERPENTE CHE DANZA
GIORNI DEL 1896
ALL`INGRESSO DEL CAFFE`
LA LORO ORIGINE
IL CANTO D`AMORE