Amore e psiche



Amore e Psiche



MADRIGALE

Invia testo Invia
Il mio bacio era una melagrana

profonda ed aperta:

la tua bocca era rosa

di carta.

Lo sfondo un campo di neve.

Le mie mani erano ferri

per le incudini;

il tuo corpo era il tramonto

in un tocco di campane.

Lo sfondo un campo di neve.

Formarono stattiti

nel trapuntato

teschio azzurro

i miei ti amo

Lo sfondo un campo di neve.

I miei sogni infantili

si colmarono di muffa,

e il mio salomonico dolore

trapass˛ la luna.

Lo sfondo un campo di mele

Adesso grave maestro

in alta scuola,

per il mio amore e i miei sogni

(cavallini senza occhi).

E lo sfondo un campo di neve.

G. Lorca

Invia questo testo Invia questo testo



Articoli correlati:
IL SERPENTE CHE DANZA
GIORNI DEL 1896
ALL`INGRESSO DEL CAFFE`
LA LORO ORIGINE
IL CANTO D`AMORE