Amore e psiche



Amore e Psiche



"Salute : L'ObesitÓ si pu˛ Prevenire!"

Invia testo Invia
Salute : L'ObesitÓ si pu˛ Prevenire 0Salute : L'ObesitÓ si pu˛ Prevenire 1
Salute : L'ObesitÓ si pu˛ Prevenire 2Salute : L'ObesitÓ si pu˛ Prevenire 3
La diffusione dell`obesitÓ.
L`obesitÓ nel mondo Ŕ pi¨ che duplicata dal 1980. Secondo i dati diffusi dall`Organizzazione Mondiale della SanitÓ, nel 2008 1,5 miliardi di adulti (dai 20 anni in poi) erano sovrappeso; di questi, pi¨ di 200 milioni di uomini e 300 milioni di donne erano obesi; nel 2010 circa 43 milioni di bambini di etÓ inferiore a 5 anni erano sovrappeso.
Purtoppo l`obesitÓ Ŕ uno dei disturbi alimentari sempre pi¨ ricorrenti. Negli ultimi anni il problema dell'obesitÓ si sta estendendo anche nella nostra nazione . L'obesitÓ pu˛ essere considerata come una patologia del benessere in quanto sembra essere in continuo aumento in quelle popolazioni ad alto tenore socio-economico.

Infatti, se da un lato la componente genetica ha un ruolo importante, i fattori ambientali non sono da sottovalutare.

Uno stile di vita sempre pi¨ sedentario, associato a cattive abitudini alimentari, possono indurre all'obesitÓ.
Video
L' obesitÓ Ŕ difatti causata da uno scorretto equilibrio tra energia introdotta nell'organismo attraverso il cibo e energia spesa durante la giornata.
L`obesitÓ Ŕ un fattore di rischio per una serie di malattie croniche come il diabete di tipo 2, l`ipertensione, le malattie cardiovascolari, l`artrosi e alcune forme di cancro (tra cui il cancro al seno, al colon e alla prostata); il 65% della popolazione mondiale vive in paesi in cui il sovrappeso miete pi¨ vittime del sottopeso.

Lo stile di vita, la genetica e l`epigenetica.
Si ritiene che il rischio di obesitÓ (infantile e dell`adulto) non possa essere attribuito solo a una combinazione di geni e stile di vita dell`individuo: il rapido aumento dell`incidenza dell`obesitÓ potrebbe essere in parte spiegato da eventi fetali e perinatali che, attraverso meccanismi epigenetici, hanno come risultato cambiamenti nel metabolismo che durano per tutta la vita. Le modificazioni epigenetiche sono cambiamenti nella funzionalitÓ del genoma che si verificano senza modifiche alla struttura del DNA (al contrario delle mutazioni genetiche). In particolare, alcuni studi sugli animali hanno evidenziato che una dieta materna non adeguata (sia in caso di sottonutrizione che di sovranutrizione) nel periodo prenatale pu˛ causare alterazioni epigenetiche nei geni che controllano il metabolismo e gli studi recenti sembrano confermare che tale processo operi anche nell`uomo.

La ricerca.
Su questo tema Ŕ stato pubblicato questo mese, sulla rivista Diabetes, uno studio internazionale condotto in Gran Bretagna, in Nuova Zelanda e a Singapore. La ricerca ha mostrato che il grado di metilazione del DNA di alcuni geni alla nascita pu˛ predire il grado di obesitÓ infantile nella fascia d`etÓ 6-9 anni, indipendentemente dal peso della madre e del bambino alla nascita. La metilazione Ŕ una variazione epigenetica che rende inattiva una regione del DNA, impedendone l`espressione genica; le analisi sono state condotte sul sangue del cordone ombelicale di neonati sani. Uno degli autori dello studio, il professor Peter Gluckman dell`Auckland University, ha affermato che il grado dei cambiamenti epigenetici potrebbe essere collegato alla carenza di carboidrati nella dieta materna dei primi tre mesi della gravidanza, ma sono necessari ulteriori studi per confermare questa ipotesi.

L`obesitÓ Ŕ prevenibile.
L`obesitÓ Ŕ perci˛ prevenibile, e non solo con un corretto stile di vita in etÓ infantile e adulta: la prevenzione dovrebbe iniziare giÓ nel periodo prenatale e perinatale, con un`alimentazione materna adeguata. Questo tipo di intervento potrebbe infatti contribuire a contrastare la diffusione endemica dell`obesitÓ e delle malattie croniche ad essa correlate, che non pu˛ essere ostacolata con interventi concentrati solo nell`etÓ adulta. L`analisi epigenetica perinatale, inoltre, potrebbe essere utile per monitorare la salute del bambino e identificare la vulnerabilitÓ individuale all`obesitÓ e a problemi metabolici.

NecessitÓ di ulteriori studi.
La dimostrazione dell`importanza delle variazioni epigenetiche come causa di rischio di obesitÓ potrebbe creare la possibilitÓ di interventi nutrizionali o con farmaci specifici: nonostante l`apparente stabilitÓ dei cambiamenti epigenetici, infatti, essi sono potenzialmente reversibili. Si apre perci˛ il campo per nuovi studi che individuino gli interventi necessari per modificare il rischio di obesitÓ a lungo termine e combattere l`aumento dei casi di obesitÓ che si Ŕ verificato nei decenni passati.
Foto


Fonte: Tiscali



Invia questo testo Invia questo testo



Articoli correlati:
Storie di corna nella Firenze di Lorenzo
Il butolino contro i tacchi alti
NovitÓ per le donne: Push up con Gps
"Sono sempre di Pi¨ le Donne con il Diabete!"
"La crisi di coppia comincia dalla festa di nozze"